Maltempo Grecia, inondazioni sull'isola di Eubea: 7 morti e un disperso

Bruno Cirelli
Agosto 11, 2020

L'impatto della tempesta Thalia sulla zona è stato talmente violento e improvviso che ha colto di sorpresa la popolazione, travolta dalle inondazioni nelle ore notturne. Sono centinaia le case allagate a causa delle piogge alluvionali a Psahna, Bouzi e Lefkanti, nell'ovest dell'isola, luogo di villeggiatura estiva per molti ateniesi, oltre che a Politika, cittadina in cui è avvenuta la tragica morte del bambino di otto mesi.

Fortunatamente con l'inizio della nuova settimana le condizioni meteorologiche sono sensibilmente migliorate e il tempo si manterrà stabile e soleggiato nei prossimi giorni, facilitando così le operazioni di soccorso. Tante persone sono rimaste intrappolate nelle loro abitazioni.

Vivevano nello stesso villaggio altre due persone decedute, un uomo di 74 anni e una donna di 73 anni.

Il viceministro della Protezione civile, Nikos Jardalias, si è recato nella zona ieri e si è difeso dalle critiche lanciate dai cittadini che rimproverano alle autorità di non aver attivato un protocollo di allerta ed evacuazione nonostante il servizio meteorologico abbia avvertito che le piogge sarebbero state particolarmente intense sull'isola. Le previsioni meteo, che annunciavano forte maltempo, indicavano delle precipitazioni di 63 mm per metro quadrato. "Avremmo agito diversamente", ha spiegato, imputando al cambiamento climatico la difficoltà nel prevedere l'intensità di questi fenomeni. In totale sono state soccorse 97 persone, di cui 43 con l'ausilio di elicotteri e le restanti via terra e con scialuppe di salvataggio. Molti residenti si sono rifugiati sui balconi o sui tetti, in fuga dalle strade che si sono trasformate in fiumi, che hanno spazzato via le auto parcheggiate e hanno lasciato danni ingenti.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE