Il maestro Veronesi affronta Salvini e Ceccardi: "Non si scherza sull'antifascismo"

Ausiliatrice Cristiano
Agosto 10, 2020

Un vero signore Matteo Salvini: così furioso da non essere capace di sopportare il seppur minimo dissenso in una piazza semiriempita dai soliti fanatici urlanti, quella di Empoli come quasi tutte le piazze da lui visitate in Toscana, per l'ennesima campagna elettorale alla quale si sottopone, convinto di avere una presa formidabile sul popolo e di potergliela raccontare in eterno.

I candidati sono stati presentati durante la festa provinciale della Lega a San Vincenzo alla presenza del leader della Lega Matteo Salvini e della candidata della Lega a governare la Regione Toscana Susanna Ceccardi. "Qui ragazzi, c'è da cambiare tante robe eh!"

Su Facebook è giunta la contro replica del maestro Veronesi, che ha spiegato di essersi pacificamente avvicinato al palco e di aver "gandhianamente, loro ricordato che questa è terra di civiltà". Lo stesso equipaggio della volante ha riferito alla centrale operativa di aver trovato due, tre persone che stavano smontando il gazebo e le attrezzature dove aveva parlato Salvini.

"Lo so che a Salvini piacerebbe che io fossi 'un povero matto', per usare le sue gentili parole. No!"

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE