Trump incoraggia Nra a spostare sede in Texas

Bruno Cirelli
Agosto 9, 2020

Ma ora a chiedere lo scioglimento della National Rifle Association (Nra), grande sostenitrice di Trump, è lo stato di New York, con il procuratore Letitia James che accusa la leadership dell'associazione di essersi macchiata di gravi reati finanziari, avendo in particolare usato le risorse comuni per scopi personali.

Nello specifico, la Procura di New York accusa la Nra, o meglio, il presidente dell'associazione - Wayne LaPierre - e alcuni dirigenti di usare le donazioni in maniera inappropriata violando le leggi che regolano le organizzazione no profit.

"L'influenza della NRA è tale che l'organizzazione ha schivato i controlli per decenni, mentre i suoi dirigenti si mettevano milioni in tasca", rincara James, che aggiunge: "La NRA è piena di frodi e abusi e per questo cerchiamo oggi di dissolverla, perché nessuna organizzazione è al di sopra della legge". Si tratterebbe di almeno 64 milioni di dollari volatilizzatisi in soli tre anni, che sarebbero stati impiegati dai responsabili per arricchire se stessi, i familiari, gli amici, gli alleati politici, in violazione delle leggi federali e statali.

Le accuse sono venute a galla dopo mesi di indagini partite nel febbraio del 2019 e arrivate a quella che per ora è una causa civile (ma non si esclude in futuro anche un'azione penale) presentata dalla procuratrice generale di New York, Letitia James, alla Corte suprema dello Stato a Manhattan. Insomma, una maxifrode. Un bruttissimo colpo per un'organizzazione che ha 148 anni di storia alle spalle e oltre 5 milioni di soci, baluardo intransigente di quel secondo emendamento della costituzione statunitense che protegge il diritto di ogni americano a possedere un'arma da fuoco. Anche se ci potrebbero volere anni di battaglie legali prima che si possa arrivare a un clamoroso scioglimento.

La Nra ha il suo quartier generale a Fairfax, Virginia, a una trentina di km dalla capitale, ed è registrata come non a scopo di lucro a New York, dove conduce gran parte delle sue transazioni finanziarie. Infatti l'Nra., che sostiene Trump nella corsa presidenziale (come nel 2016) e ha più di cinque milioni di membri, è un'organizzazione molto più grande che potrebbe resistere in giudizio più a lungo.

I quattro "hanno sostanzialmente saccheggiato i suoi beni", lasciando il gruppo un tempo ricco che pompava milioni di dollari nelle campagne politiche repubblicane essenzialmente insolvente, ha detto James.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE