Insulti a Salvini, si dimette vicesindaca Pd

Ausiliatrice Cristiano
Agosto 9, 2020

Una regione che da più di 20 anni è in mano alla sinistra, ma dove l'esito della votazione - secondo i sondaggi - è assai incerto. Ad un certo punto, infatti, il Segretario della Lega è tornato su un argomento delicato, come quello dell'associazione della sua figura a quella dei fascisti, a maggior ragione dopo che nella giornata di ieri vi abbiamo parlato del fatto che abbia indossato a Macerata la mascherina con il messaggio "Memento Audere Semper".

Si è dimessa dopo essere stata sfiduciata il vicesindaco di Proserpio (Como) Veronica Proserpio, protagonista nei giorni scorsi del battibecco, poi postato sul web, sulla spiaggia di Milano Marittima con il leader della Lega Matteo Salvini ("rovina il nome di questa bellissima città", aveva detto il vicesindaco a Salvini). E' il leader della Lega Matteo Salvini a parlare. E Salvini gli risponde per le rime.

Uno sciacallo che passa con disinvoltura dal fare il garantista (per se) e il forcaiolo (per gli altri) che dice cose senza senso e che dimentica le stupidaggini da lui dette nei mesi della crisi con il ritornello aprire, chiudere, no riaprire e no chiudere.
Un personaggio amico e sostenitore di Trump e Bolsonaro che, loro sì, hanno sulla coscienza migliaia di morti. Prova tu, simpaticone, ad andare domani in Svizzera a dire: siamo cittadini del mondo. "E fanno bene!", tuona Salvini tra gli applausi dei suoi sostenitori.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE