Papa: il Papa invia primo aiuto di 250mila euro

Bruno Cirelli
Agosto 8, 2020

Battesimo, il Vaticano lavora a una nuova soluzione per "battezzare" le persone poiché tale formula non è valida. Papa Francesco ha infatti approvato la pubblicazione delle indicazioni che vietano la dicitura "noi ti battezziamo".

"Dobbiamo tenere ben fermo il nostro sguardo su Gesù e con questa fede abbracciare la speranza del Regno di Dio che Gesù stesso ci porta", ha detto il Papa. La decisione della Congregazione per la Dottrina della Fede. Ecco perché usare la formula "noi ti battezziamo" per dare un senso comunitario alla celebrazione renderebbe il sacramento nullo. Come si legge su 'Vatican News': "Non è valido il Sacramento del Battesimo amministrato con una formula arbitrariamente modificata. A quanto sembra, la deliberata modifica della formula sacramentale - riferisce la Congregazione per la Dottrina della Fede - è stata introdotta per sottolineare il valore comunitario del Battesimo, per esprimere la partecipazione della famiglia e dei presenti e per evitare l'idea della concentrazione di un potere sacrale nel sacerdote a discapito dei genitori e della comunità". L'"io", che il sacerdote deve pronunciare, ha un valore dottrinale ben preciso: "segno-presenza dell'azione stessa di Cristo". Pertanto, non può parlare a nome di altri.

Cosa succede per i battesimi errati?

Al quesito "Coloro per i quali è stato celebrato il Battesimo con la suddetta formula devono essere battezzati in forma assoluta?", la risposta del Vaticano è: "affermativamente".

L'interrogazione era sorta, in particolare, riguardo la formula che alcuni sacerdoti adottavano: "A nome del papà e della mamma, del padrino e della madrina, dei nonni, dei familiari, degli amici, a nome della comunità noi ti battezziamo nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo", con la sostituzione di 'io' in 'noi'. Alla domanda posta sulla effettiva validità dei battesimi già celebrati con questo "abuso liturgico", pare sia stato risposto di no. Ed essendo il battesimo il primo dei sacramenti ricevuti dai cristiani, di conseguenza potrebbero risultare nulli anche i sacramenti ricevuti successivamente ad esso, come la Prima Comunione e la Cresima. Infine Ruth Maria Kelly ha fatto parte del governo laburista dei governi di Tony Blair e Gordon Brown tra il 2004 e il 2008 come ministro dell'istruzione per poi diventare responsabile della strategia clienti del gruppo "HSBC Global Asset Management".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE