Germania: nuovo recupero per la produzione industriale, +8,9% m/m a giugno

Paterniano Del Favero
Agosto 8, 2020

Per quanto riguarda le ore lavorate pro-capite, a partire da maggio, con l'attenuazione delle misure restrittive prevista dal Dpcm del 26 aprile, si è avviato il processo di recupero che ha mostrato un primo aumento consistente di ore lavorate pro-capite (+5,8 ore rispetto ad aprile per il totale), rafforzatosi poi nel mese di giugno (+2,2 ore rispetto a maggio). A giugno, secondo i numeri diffusi oggi dall'Istat, la produzione industriale è crescita dell'8,2% rispetto a maggio, pur restando in calo del 13,7% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente. "Nella media del secondo trimestre, il livello della produzione cala del 17,5% rispetto ai tre mesi precedenti", recita il rapporto Istat.

Su base annua, però, resta il segno meno: l'indice diminuisce del 13,7% (dato corretto per gli effetti di calendario).

La ripresa, rileva l'Istat, è stata più accentuata per gli autonomi (+11,7 e +3,6 ore rispettivamente a maggio e giugno) rispetto ai dipendenti (rispettivamente +4,1 e +1,8). In particolare si registrano impennate per i settori che più avevano subito i contraccolpi dell'emergenza dovuta alla pandemia: dalla produzione dei mezzi di trasporto (+27,6 per cento) al tessile-abbigliamento (+17,3 per cento), passando per la metallurgia (+10,8 per cento).

L'unico settore di attività economica che registra un incremento tendenziale è quello delle attività estrattive (+1,5%). Tra i rimanenti comparti le maggiori flessioni si registrano nelle industrie tessili, abbigliamento, pelli e accessori (-26,7%), nella fabbricazione dei mezzi di trasporto (-26,4%) e nella fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati (-22,9%).

La produzione di autoveicoli a giugno sale del 36,8% su maggio.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE