NBA - LeBron James: alla NBA non mancherà Trump come fan

Rufina Vignone
Agosto 7, 2020

"Posso parlare per tutti noi che amiamo questo gioco e rispondere che non ce ne potrebbe importare di meno".

Proprio in merito alle parole del presidente Trump è stato interpellato Lebron James durante una conferenza stampa al giocatore dei Los Angeles Lakers: "Non credo che alla comunità dei tifosi NBA interessi qualcosa se Trump non guarderà le nostre partite". I Blazers approfittano dell'ennesimo passo falso di Memphis per portarsi a mezza gara di distanza dai Grizzlies ed è ormai quasi certo che ci sarà uno spareggio play-in per poter sfidare i Los Angeles Lakers al primo turno di playoff. Nella vittoria di Portland si contraddistingue alla grande un Damian Lillard da 45 punti, 12 assist e 4 rimbalzi, nei Nuggets Michael Porter Jr. sostiene 27 punti e 12 rimbalzi. Il Barba ha contribuito con 5 triple all'ottima serata dall'arco dei suoi (21 su 57), accompagnato dai 20 punti di Ben McLemore (5 su 10 dalla lunga distanza), i 15 di Jeff Green e i 14 di Danuel House, con Robert Covington che ha avuto un plus-minus +29 nei 33 minuti passati in campo, con i Rockets che hanno chiuso i conti con un parziale di 11-0 a metà ultimo quarto. Il centro serbo infatti si ferma a soli 8 punti in meno di 24 minuti.

Brutta sconfitta per i Pelicans, che perdono la terza gara su quattro nella bolla di Disney World. Per Phoenix, Deandre Ayton trattiene 23 punti e 10 rimbalzi, per Indiana, Malcolm Brogdon acchiappa 25 punti, 6 assist e 6 rimbalzi. Insieme a lui ottime anche le prove da 27 punti di Gary Trent Jr. e i 22 di Jusuf Nurkic, in una serata in cui C.J. McCollum e Carmelo Anthony hanno tirato 6 su 23 combinato. Per Houston, James Harden dirompe con 39 punti, 12 assist e 8 rimbalzi, per i giallo-viola Kyle Kuzma raggruppa 21 punti, 5 rimbalzi e 3 assist. Meglio dello sloveno è andato Kristaps Porzingis con 30 punti, ma il 58-36 in favore dei Clippers nei punti in area ha finito per fare la differenza. Trentatré punti tanto per Khris Middleton quanto per Giannis Antetokounmpo; il primo aggiunge 6 rimbalzi e 8 assist, il secondo 12 e 4. Gli Heat mandano sette giocatori in doppia cifra, guidati dai 21 di uno splendido Duncan Robinson (5/9 da tre). Protagonista del match è Bogdan Bogdanovic, che firma 19 punti nel solo primo quarto (7/7 al tiro) e supera il suo massimo in carriera già nel corso del terzo quarto, finendo poi con 35 punti a referto. Dall'altra parte del campo, a guidare i Pelicans ci sono Brandon Ingram e Zion Williamson, autori entrambi di 24 punti, ma che portano a casa una sconfitta che mette definitivamente fine alle ambizioni di Post-Season.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE