Giorgi avanti, a Palermo poker azzurre agli ottavi

Rufina Vignone
Agosto 7, 2020

C'è tutta Camila nel primo set: quella dirompente e a tratti ingiocabile, che domina in lungo e in largo nel primo quarto d'ora, e quella fallosa e quasi mai centrata, che purtroppo la fa da padrona nei restanti 20 minuti. Un avversario da prendere con le molle, il prossimo, per la Giorgi: se la vedrà al secondo turno contro la giovane slovena Kaja Juvan che, dopo le qualificazioni, ha superato a sorpresa Marketa Vondrousova, seconda testa di serie del torneo e finalista dell'ultimo Roland Garros. Un dato statistico rende l'idea di come, in un modo o nell'altro, il nome dell'ex numero 5 del mondo risuoni con regolarità nel circuito da tanto tempo: dal 2006, ogni anno, è sempre riuscita a raggiungere almeno una volta i quarti di finale in un qualsiasi torneo del calendario che conta di più.

Camila perde male il primo set, poi cambia marcia ed elimina la slovena Juvan.

È l'inizio di un vero e proprio monologo dell'azzurra, che si riporta in parità nel computo dei set con un eloquente 6-2 e poi vola sul 3-0 in apertura di terzo parziale, forte di un allungo di otto game consecutivi. La Martic affronterà negli ottavi la russa Samsonova (altra qualificata) che ha battuto per 6-4 6-2 Kirsten Flipkens.

Sarà il terzo scontro diretto tra le due: il primo, risalente a Strasburgo 2017 e unico disputato sul rosso, si concluse in favore dell'azzurra con un 7-5 al terzo, mentre l'ucraina si sarebbe vendicata due anni più tardi sull'erba di Wimbledon, incassando un duplice 6-3 al primo turno. Sono uscite di scena, invece, le due siciliane Bilardo-Spiteri che hanno perso contro la tedesca Siegemund e la belga Wickmayer.

Un bell'esordio, convincente e sicuro per lei che non giocava una partita sulla terra rossa dal 2018, e in un main draw in Italia addirittura dal 2015, contro la svedese Rebecca Peterson (7-5 6-4) numero 44 del ranking WTA.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE