Coronavirus, positive dopo viaggio in Croazia: 24 persone isolate

Bruno Cirelli
Agosto 7, 2020

Un viaggio per festeggiare la maturità che ora si è trasformato incubo. Due ragazze diciottenni di Padova sono tornate da un viaggio in Croazia positive al Coronavirus.

Le due ragazze, con altri coetanei (24 veneti di cui 13 padovani), si sono aggregate ad un viaggio organizzato da un'agenzia di Brescia che aveva creato un pacchetto vacanze per l'isola di Pag, in Croazia.

Ora i ragazzi che sono partiti il 25 luglio con un pullman e hanno preso un traghetto per raggiungere l'isola dovranno essere sottoposti a tampone e sono nel frattempo in isolamento fiduciario domiciliare. La febbre è salita e lei ha consultato il suo medico che, per sicurezza visti i sintomi, le ha fatto fare il tampone. Ecco dunque l'amara sorpresa. Immediatamente è scattata l'indagine epidemiologica e tutti i ragazzi che hanno viaggiato con loro sono stati sottoposti al test e all'isolamento nell'attesa di conoscerne il risultato. I sintomi della 18enne non sono gravi e non destano preoccupazione, mentre l'altra positiva accertata è asintomatica. Dalla Croazia sono rientrati anche i cinque positivi dell'Usl 7 Pedemontana e altri due che fanno capo all'Usl 8 Berica ma non pare facessero parte dello stesso gruppo delle 18enni padovane.

Non è finita. Perché nei giorni scorsi c'è stato un altro ragazzo che dopo essere rientrato da una vacanza in Spagna ha iniziato a non sentirsi bene.

In tutto il Veneto solo nelle ultime 24 ore sono stati registrati 58 nuovi casi di Coronavirus, che portano così il totale a 20.352.

"Il meccanismo di tracciamento dei contatti è rapido - dice Domenico Scibetta, direttore generale dell'Usl 6 Euganea -. Su episodi come questo influiscono due cose: i comportamenti e la differenza cronologica dell'epidemia tra i Paesi".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE