Zenga saluta il Cagliari: "Un errore aver accettato un contratto così"

Rufina Vignone
Agosto 3, 2020

"Io sono fatto così". Io - ha aggiunto - non ho niente da rimproverarmi. C'è delusione, sono anni che lavoriamo per fare qualcosina in più. "E' stata un'esperienza che porterò con me". Forse ho fatto male ad accettare, perché avevo una clausola nel contratto abbastanza impossibile ovvero di chiudere al settimo posto. "Di Francesco? Potrebbe essere la nostra prima scelta". Troppi pochi i punti. La squadra rossoblù, che aveva già conquistato la salvezza nelle settimane precedenti, stacca dunque la spina, si prepara a qualche giorno di vacanza e rimane in attesa di presentarsi per il ritiro estivo dove troverà ad attenderla un nuovo allenatore. Proveremo a mantenere una rosa competitiva e capire perché siamo finiti tredicesimi.

Sempre a Sky Sport, il presidente del Cagliari è tornato su uno dei temi del momento: gli stadi senza pubblico: "Desolante vederli ancora vuoti".

Non è stato così per Eusebio Di Francesco che nell'estate del 1997 potè "fregiarsi" di cotanto privilegio per disputare lo spareggio del 15 giugno tra il suo Piacenza ed il Cagliari. Faremo tesoro di questa stagione deludente.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE