Ufficiale, Osimhen è un nuovo calciatore del Napoli

Rufina Vignone
Agosto 3, 2020

Diventato l'acquisto più costoso della storia del club napoletano, Osimhen ha firmato un contratto di 5 anni con opzione per quello successivo e uno stipendio di circa 4 milioni a stagione.

"L'Uefa sottovaluta l'emergenza, come del resto aveva fatto a marzo".

"Quando ho sentito dalla Lega che volevano coinvolgere i famosi fondi ho apprezzato l'iniziativa, perché finalmente avremmo potuto scoprire - dalle offerte - qual è il valore che viene attribuito dal mercato alla Serie A. Ne sono arrivate alcune e le abbiamo respinte, altri fondi si proponevamo solo come finanziatori".

Osimhen arriva dal Lille, dove in una stagione ha sorpreso tutti: 18 goal in 38 partite stagionali, saltando soltanto due partite fino a che il lockdown non ha fermato la stagione di calcio francese. "Nonostante questo dato eclatante, però, il nostro mercato estero non si è mai sviluppato". C'è da anticipare una cifra importante? Purtroppo la Lega non s'è mai data in passato una vera governance e per accontentare i terzi continuiamo a pagare un prezzo eccessivo. Sarebbe un grave errore farci sfuggire questa occasione, che aiuterebbe tra l'altro a fare crescere la competitività delle squadre medio-piccole. La Lega con il suo canale diventerebbe pure un editore, perché tante piattaforme non hanno i giornalisti e hanno bisogno di acquistare un prodotto già finito.

Se ne riparlerà nella prossima assemblea di Lega, a fine agosto. "Dobbiamo prendere coscienza del nostro valore ed essere autonomi".

"Mi dispiace per aver reagito impropriamente e poco educatamente". Lapidario anche il commento sullo scudetto vinto da Sarri con la Juve.

Andrea D'Amico, intermediario nella trattativa che ha portato Victor Osimhen al Napoli, è intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli: "Le caratteristiche di Victor sono molto note e l'auspicio è che possa dare un grosso contributo al Napoli".

"Sì, se ce lo pagano".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE