Cattolica, perquisizioni e tre indagati per illecita influenza sull’assemblea

Paterniano Del Favero
Agosto 3, 2020

Oltre ad acquisire documenti, la Finanaza ha notificato tre informative di garanzia al presidente del consiglio di amministrazione Paolo Bedoni, al direttore generale Carlo Ferraresi e al segretario del Cda Alessandro Lai sull'ipotesi di reato di illecita influenza sull'assemblea, reato che si ha quando la raccolta dei voti e delle deleghe non avviene correttamente.

Gli accertamenti, che seguono l'acquisizione di documenti fatti nel dicembre 2019, fanno riferimento alle assemblee dell'aprile dello scorso anno, quando era ancora alla guida come amministratore delegato Alberto Minali e alle assemblee del giugno scorso e di quella che si è tenuta il 31 luglio.

Subito dopo la perquisizione, Cattolica Assicurazione ha pubblicato un comunicato nel quale è stata ribadita "l'assoluta correttezza e regolarità delle operazioni assembleari oggetto dell'indagine. Le delibere assunte nell'assemblea del 31 luglio 2020 sono valide a tutti gli effetti e che l'importante operazioni con Generali proseguirà come previsto". Le riunioni sono avvenute con l'intervento di un rappresentante designato indipendente, Computershare Spa.

L'ultima perquisizione in ordine di tempo è avvenuta proprio al termine dell'assemblea dei soci che ha dato il via libera, con il voto favorevole del 71% degli aventi diritto alla proposta di trasformazione in società per azioni e conseguente adozione di un nuovo testo statutario. L'ingresso delle Generali fa seguito alle richieste dell'Ivass, l'authority sulle assicurazioni, che ha chiesto alla compagnia veronese di raccogliere in tempi brevi almeno 500 milioni di euro per rafforzare la propria solidità patrimoniale.

Alla storica assemblea ha partecipato il 14,56% del numero complessivo dei soci, circa 18 mila, in rappresentanza del 14,96% del capitale. I sì, che sono stati 1.910, l'hanno spuntata sui 785 no per un centinaio di voti.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE