Leonardo, i conti dei primi sei mesi del 2020

Paterniano Del Favero
Agosto 2, 2020

Via libera del consiglio di amministrazione di Leonardo ai risultati del primo semestre 2020.

Si fermano le commesse del settore civile/privato e il gruppo Leonardo fa affidamento alle commesse militari/governative per salvare i conti della prima metà dell'anno. In particolare si sono registrati: rallentamenti delle attività produttive a seguito dell'adeguamento, in linea con le indicazioni governative, per la tutela della salute dei lavoratori (revisione dei processi industriali e dell'organizzazione del lavoro per garantire il distanziamento sociale, sanificazione degli ambienti). Tengono dunque gli ordini, pari a 6.104 milioni di euro, in linea con il primo semestre del 2019.

L'Ebita è pari a 292 milioni di euro (RoS del 5,0%), con un decremento di 195 milioni di euro rispetto al primo semestre del 2019.

Leonardo scivola in rosso venerdi' avvicinando area 5,50 euro dopo un ottimo avvio (massimi a inizio seduta a 5,98 euro dopo una chiusura il giorno prima a 5,70 euro) in scia ai dati del primo semestre: ricavi sostanzialmente stabili su base annua, utile in netto calo a 60 milioni di euro (da 349). Lo afferma la società, sottolineando che l'emergenza coronavirus "sta producendo effetti sul regolare e ordinario svolgimento delle attività aziendali del gruppo, in un contesto globale di grave recessione economica ed elevata incertezza". Questo il commento dell'amministratore delegato, Alessandro Profumo, durante la conference call sul semestre.

"I fondamentali a medio termine del nostro business restano invariati e abbiamo piena fiducia nella nostra capacità di avere successo".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE