Coronavirus, Fabio Rovazzi: "Sono stato inghiottito nel buio più totale"

Ausiliatrice Cristiano
Luglio 30, 2020

Dopo tre anni da re incontrastato delle hit estive, dunque, quest'anno Rovazzi sarà assente dalla scena musicale della stagione e a nulla sono valsi i tentativi di Gianni Morandi di coinvolgerlo in un nuovo progetto, proponendogli di realizzare un nuovo duetto estivo insieme. La motivazione è una crisi artistica che Rovazzi ha confessato in un post su Instagram.

Il nonno è morto a causa del coronavirus, per questo non riesce a mantenere la calma di fronte a qualcuno che afferma che il virus non esiste e non è mai esistito. Purtroppo non è successo - ha scritto Rovazzi nel post -. Nonostante tutto può dire che questa è stata una bella occasione per lui per fermarsi un attimo a riflettere sulla vita, su ciò che ha priorità, su ciò che per lui è realmente importante. Un periodo difficile che lo ha cambiato.

Rovazzi ha rotto il silenzio ed ha spiegato cosa sta succedendo nella sua vita dato che chi lo segue si è reso conto che in lui c'è qualcosa che proprio non va. Il periodo della quarantena è stato per lui un incubo, lo ha vissuto malissimo. Avrei potuto fingere, in studio e sul palco, di essere felice. "Purtroppo non sono capace. Le canzoni sono sempre state un prolungamento del mio stato d'animo e se fossi stato costretto a farne una ora sarebbe uscito un pezzo strappalacrime drammatico (che vi evito molto volentieri)". Durante il lockdown, l'artista 26enne ha perso il nonno a causa del Coronavirus e questa grave perdita, della quale ha parlato sui social, non è riuscito ancora a superarla, com'è comprensibile. Si tratterebbe di un'operazione a livello mondiale, che verrà annunciata da Fabio stesso a fine agosto. "Tornerai e spaccherai", aggiunge un altro.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE