Covid-19, Ryanair perde 185 milioni in soli 3 mesi

Paterniano Del Favero
Luglio 29, 2020

La compagnia low cost irlandese ha chiuso il primo trimestre dell'anno fiscale con una perdita di 185 milioni di euro.

Ryanair ha aggiunto che l'attuale incertezza significa che non è in grado di fornire alcuna guida per il 2021."Tuttavia, il gruppo Ryanair emergerà dalla crisi di Covid-19 con una base di costi molto più bassa, che sarà essenziale per finanziare tariffe più basse poiché il gruppo compete con vettori di bandiera con aiuti di Stato illegali".

La pandemia con l'azzeramento degli spostamenti presenta il conto alla compagnia low-cost Ryanair, che ha chiuso al 30 giugno "il trimestre più difficile" della sua storia ormai ultra-trentennale. Una notizia che arriva mentre il settore turistico europeo - nota il Financial Times - torna a preoccuparsi con evidenti ripercussioni in Borsa: la quarantena imposta dal Regno Unito alla Spagna addensa nuove nuvole sul futuro degli spostamenti turistici nel Vecchio continente. La compagnia aerea ha dichiarato che sta tagliando il 15% della sua forza lavoro di 20.000 dipendenti, in quanto non si aspettava che il numero di passeggeri o i prezzi tornassero ai livelli pre-coronavirus prima dell'estate del 2022.

I ricavi del periodo sono stati di 125,2 milioni rispetto ai 2,31 miliardi dell'anno precedente. "Ringrazio Ryanair per la fiducia verso il mercato cuneese, che nel periodo autunno-invernale esprime le sue migliori potenzialità" ha commentato Anna Milanese, direttore generale dell'Aeroporto di Cuneo. Ha inoltre reso noto di prevedere di operare al 40% del programma normale a luglio, passando al 60% ad agosto e circa al 70% a settembre.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE