Primo "caso sospetto" in Corea del Nord: è lockdown

Bruno Cirelli
Luglio 28, 2020

Il leader nordcoreano, Kim Jong Un, ha convocato una riunione d'emergenza dopo che è stata fermata una persona sospettata di essere ammalata di Covid 19 che era entrata illegalmente dalla Corea del Sud.

Il primo caso di coronavirus in Nord Corea ha mandato in tilt Kim Jong-Un. La città di confine di Kaesong è stata posta in lockdown.

Lo ha reso noto l'agenzia Kcna, aggiungendo che si tratta di una persona fuggita dalla Corea del Nord tre anni fa e rientrata lo scorso 19 luglio, "dopo aver varcato illegalmente la linea di demarcazione" con la Corea del Sud attraverso la Zona demilitarizzata (Dmz). Come lo sono tutte le persone con cui ha avuto contatti. In ogni caso - prosegue l'agenzia - "verranno prese le misure necessarie" e date "punizioni severe".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE