Speranza: "Quarantena per chi arriva da Romania e Bulgaria"

Bruno Cirelli
Luglio 25, 2020

Ad oggi, nel post Covid, sono uno dei pochissimi sindaci che ha avuto la possibilità di interloquire con il Ministro e ringrazio per questo gli amici di Articolo Uno.

Il ministro della Salute, Roberto Speranza infatti, a Radio 24 ha detto di ritenere assai possibile una seconda ondata di epidemia da coronavirus. Se dovessimo renderci conto che c'è bisogno di interventi ancora più duri in alcune aree lo faremo senza tentennamenti.

"Il "Santa Scolastica" e' un DEA di I Livello che serve un bacino di utenza di oltre centomila abitanti nel Lazio Meridionale all'incrocio di tre regioni e per questo motivo deve essere valorizzato molto di più rispetto a quello che viene fatto attualmente". In sintesi, governo e popolazione adesso sanno di cosa si tratta, sanno cos'è e di cosa è capace il Covid-19 e sono pronti ad affrontarlo nuovamente, stavolta senza il fattore sorpresa e senza l'inconsapevolezza dello scorso marzo.

Parole dure quelle del Ministro Speranza che minaccia CHIUSUREParole che fanno rabbrividire e quasi tremare l'Italia intera, ma che tutto sommato non sorprendono, specie osservando l'andamento epidemiologico del nostro Paese, non particolarmente critico, ma che rischia di diventarlo nelle prossime settimane e mesi. "E quindi dobbiamo tenerci pronti", aggiunge. Poi rassicura: "L'Italia è più forte di quanto non lo fosse i primi di febbraio". Abbiamo acquisito conoscenze sul campo. "Queste tre regole sono ancora essenziali". Il virus non è sconfitto e continua a circolare.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE