Occhi al cielo per non perdere lo spettacolo della cometa Neowise

Geronimo Vena
Luglio 21, 2020

Un raro evento cosmico si sta verificando nei cieli sopra la Terra. Il culmine avverrà il 23 luglio quando raggiungerà la distanza minima dalla Terra. Dopo il cinquantesimo anniversario dello sbarco sulla luna, celebrato lo scorso anno, questa volta l'occasione viene offerta da un altro avvenimento eccezionale che costringe piacevolmente a stare con il naso all'insù migliaia di persone: il passaggio della cometa C/2020 F3 meglio nota come Neowise scoperta proprio il 27 marzo di quest'anno dal satellite Wise della Nasa. Si tratta della 'star', in tutti i sensi, del cielo di questo luglio 2020. La foto (che potrete vedere in calce alla notizia) mostra due code: un ampio flusso di polvere inferiore e una stretta coda di ioni composta da gas a cui sono stati spogliati elettroni da una potente radiazione solare.

"Dalla sua impronta a infrarossi, possiamo dire che si trova a circa 103 milioni di chilometri di distanza e ha un diametro di circa 5 chilometri". In questi giorni il momento migliore per avvistarla cade poco prima dell'alba; rivolgere gli sguardi verso direzione nord-est, raccomanda l'Instituto de Astrofísica de Canarias.

Ricordiamo infatti che le comete sono degli ammassi di ghiaccio, detriti rocciosi e vari minerali.

D'altronde, era dal 1997 che non si vedeva una stella cometa tanto chiaramente: ben 23 anni dunque, dai tempi della cometa Hale Bopp.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Nel caso in cui non dovesse bastare l'iconica scia luminosa, gli studiosi spiegano che può essere utilizzato come punto di riferimento il pianeta Venere che, ai nostri occhi, appare come una stella molto luminosa appartenente alla costellazione del Toro.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE