Pagamento pensioni: le ultime novità su agosto 2020

Bruno Cirelli
Luglio 16, 2020

Per far quadrare i conti potrebbe dunque arrivare una riforma Fornero bis che potrebbe essere anche peggiore della prima. Ma lei possiede i requisiti per accedere ad una delle tre deroghe che permettono la cosiddetta pensione quindicenne, ovvero con soli 15 anni di contributi maturati. A spiegare che le cose nella previdenza italiana non stanno esattamente come ce le raccontano è Alberto Brambilla, ex sottosegretario al Welfare e attualmente presidente del centro studi e ricerche Itinerari previdenziali. "I pensionati sono molti meno dei lavoratori, semmai sono le prestazioni previdenziali che sono di più, ma perché in Italia si percepisce spesso più di una pensione".

Quando sono usciti quei numeri, dunque, il governo avrebbe potuto smentire, ma non l'ha fatto.

"Questo governo sta buttando miliardi e miliardi nel più improduttivo assistenzialismo", per questo lascia che circolino delle vere e proprie "fake news" sui conti dell'Inps, come quella secondo cui durante il Covid il numero dei pensionati avrebbe superato quello dei lavoratori.

Pensioni, Fornero bis in arrivo?

Novità importanti sul fronte pensioni: dopo l'approvazione della legge e del decreto ministeriale che ne stabilisce le modalità, è finalmente arrivata la circolare INPS che dà il via all'obbligo di trasparenza riguardo alla presenza di trattenute sindacali nel cedolino della pensione. "I lavoratori dipendenti nel 2019 erano 23 milioni e mezzo contro 16 milioni e 200 mila pensionati". Insomma, sono le forme di assistenzialismo a essere troppe e "la spesa per le pensioni è pari a 150 miliardi ed è sostenibile". Per Brambilla, tuttavia, non è possibile penalizzare chi vuole andare in pensione e invece "pare che sia in arrivo una Fornero bis ancora più dura".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE