Fahim Saleh choc: fondatore Gokada smembrato con sega elettrica

Bruno Cirelli
Luglio 16, 2020

Il corpo della vittima, il 33enne Fahim Saleh, ricchissimo imprenditore bengalese fondatore della startup per motociclisti "Gokada" con sede in Nigeria, è stato letteralmente fatto a pezzi dal suo assassino, tuttora ricercato dalle locali forze dell'ordine.

Raccapricciante scoperta effettuata martedì pomeriggio dalla polizia di New York all'interno di un appartamento di lusso sito in uno stabile del Lower East Side di Manhattan. Secondo gli agenti intervenuti sul posto cio' significa che il "lavoro" è stato compiuto professionalmente.

Nato in Arabia Saudita da una famiglia del Bangladesh, Saleh è cresciuto a Rochester, nello Stato di New York, frequentando un liceo di Poughkeepsie e la Bentley University in Massachusetts.

Nell'appartamento al settimo piano costato 2.25 milioni di dollari, la polizia ha trovato in salotto i sacchi di plastica, una sega ma neanche una traccia di sangue.

Ad annunciare la notizia dell morte di Fahim Saleh al pubblico è stata la stessa startup Gokada, che su Facebook ha scritto: "È con profonda tristezza e rammarico che dobbiamo informarvi dell'improvvisa e tragica scomparsa del nostro fondatore e Ceo, Fahim Saleh". L'omicida ha poi pulito le sue tracce ed è scappato. Lo riportano i media americani citando alcune fonti, secondo le quali l'uomo sarebbe fuggito dall'appartmento di Saleh in fretta e furia tramite le scale per sfuggire alla sorella dell'imprenditore che stava suonando alla porta. È lei che lo ha trovato e ha allertato la polizia.

Il video di sorveglianza esaminato dagli investigatori mostra Saleh rientrare nell'edificio intorno all'01.40: in ascensore con lui il presunto killer con una valigetta, quella in cui teneva probabilmente la sega elettrica con cui ha tagliato le gambe e le braccia di Saleh. La vittima è stata attaccata non appena uscita dall'ascensore.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE