Mangia pesce crudo e le cresce un verme nero attorno alla tonsilla

Bruno Cirelli
Luglio 14, 2020

La donna aveva infatti riferito di aver consumato un piatto di sashimi assortito 5 giorni prima che il parassita fosse rimosso.

Per evitare spiacevoli situazioni come questa non basterebbe che tutti i ristoranti utilizzassero, con le dovute accortezze, l'abbattitore?

Sentiva uno strano dolore all'altezza delle tonsille da ormai cinque giorni e così si è recata al St. Luke's International Hospital di Tokyo. Si trattava di uno pseudoterranova azarasi, un parassita lungo 38 millimetri e largo 1,5 e appartenente alla famiglia dell'Anisakis. I medici dell'ospedale internazionale di St Luke nella capitale giapponese, come descritto nel dettaglio sulla rivista specializzata American Journal of Tropical Medicine and Hygiene, hanno rimosso il lungo verme nero con una pinzetta dalla gola della paziente venticinquenne, con sintomi riconducibili a un raffreddore: mal di gola e irritazione.

Sono stati proprio i medici dell'ospedale di Tokyo ad aver collegato il sashimi al verme ritrovato nel corpo della ragazza.

Il parassita di solito si deposita nello stomaco ed è necessaria una endoscopia per rimuoverlo. In tal caso, invece, si è trattato di una larva in quarto stadio che stava crescendo attorno alla tonsilla.

Questo parassita è particolarmente presente nel pesce crudo e può essere causa dell'anisakidosi, malattia che determina circa 20mila casi ogni anno.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE