L'Austria chiede garanzie a Bruxelles, Kurz: "No ad Unione dei debiti"

Bruno Cirelli
Luglio 14, 2020

Allo stesso tempo però Kurz ha ricordato come in passato le riforme programmate dall'Italia non abbiano dato i risultati sperati e lo ha fatto, si noti, senza troppi giri di parole.

Intanto il cancelliere austriaco Sebastian Kurz, intervistato dalla Frankfurter Allgemeine am Sonntag, ha ribadito il suo punto di vista rispetto alla trattativa europea sugli aiuti per la pandemia del Covid-19: "Un'Unione dei debiti con noi non si potrà fare".

A riaccendere le discussioni sul tema sono state le ultime dichiarazioni del cancelliere austriaco Sebastian Kurz, emerse nel corso di un'intervista rilasciata alla Frankfurter Allgemeine Zeitung dove non sono mancati i riferimenti al Belpaese. "Ma e' chiaro che in una crisi straordinariacome questa, bisogna aiutare gli Stati che sono stati colpitipiu' gravemente, e che stanno attraversando peggio questa crisisanitaria ed economica". "I soli non sono il problema, anche i Paesi più colpiti possono rifinanziarsi bene sul mercato". Inoltre c'è il Mes, che è ben lontano dall'essere esaurito. Ma sono proprio i vicini quelli che conosciamo bene. "Questo è più rilevante della consistenza della somma stessa". "La natura di questi aiuti sarà discussa nei dettagli nel negoziato, ma sono certo che alla fine arriveremo ad un accordo". "Se i soldi vengono impiegati non per le riforme ma per i buoni vacanze o per l'aumento incondizionato del salario minimo, questo non aiuta il miglioramento della competitività". La risposta è chiara: "Per la difesa del clima, la digitalizzazione e il sostegno delle riforme".

"Bisogna andare nella direzione del programma di riforme dell'Italia. Abbattimento della burocrazia, lotta all'evasione fiscale, sistemi economici competitivi", ha spiegato Kurz alla Fas sul programma di riforme di Conte. "Ovviamente siamo interessanti ad uno sviluppo positivo del nostro Paese vicino". Il Paese ora ha bisogno di combattere l'economia illegale e migliorare il sistema delle pensioni che sono poco competitivi. Chi dovrebbe riceverli? Per cosa dovrebbero essere spesi?

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE