Spettacolo nella notte, passa anche sulla riviera la cometa Neowise

Geronimo Vena
Luglio 12, 2020

Da questa data la Neowise sarà visibile alla sera dalle 21 a circa 17° di altezza sull'orizzonte di nord-ovest, passerà alla culminazione inferiore a nord attorno all'una di notte, poi tornerà a salire sull'orizzonte fino a raggiungere i 12° di altezza verso l'alba.

Speramo in Atlas, poi in Swan ma nessuna delle due attese comete ci ha regalato ciò che aveva promesso. Ma Neowise si sta rivelando inaspettatamente la più luminosa degli ultimi sette anni.

Sebbene sia visibile ad occhio nudo, tuttavia occorre impegnarsi per scorgerla, molto più comodo sarebbe utilizzare anche un piccolo binocolo che, vi assicuro, aiuta moltissimo.

L'Unione Astrofili Italiani per fotografare la cometa ha suggerito una fotocamera munita di teleobiettivo e possibilmente un cavalletto a cui fissarla. "Ha raggiunto il suo perielio lo scorso 3 luglio avvicinandosi a 43 milioni di chilometri", dice Bonfante.

Carbognani consiglia, in queste date, di tenere come riferimento il pianeta Venere.

La cometa, dopo aver passato indenne l'incontro ravvicinato con il Sole, si sta ora avvicinando alla Terra e tra il 22 e il 23 Luglio toccherà il punto ad essa più vicino (il perigeo). "Personalmente ho avuto modo di osservarla per la prima volta proprio questa mattina (6 luglio) da una località montana, trovandola bellissima" spiega Claudio Pra, esperto di comete di Coelum.

La cometa Neowise attraversa il cielo notturno: lo scatto nel Salento Galleria fotografica È la sorpresa dell'estate 2020: la cometa Neowise - individuata il 27 marzo dall'omonima stazione spaziale della Nasa - attraversa il cielo ed è visibile anche a occhio nudo.

Dall 22-23 luglio la cometa si troverà alla minima distanza dalla Terra e sarà sempre meno visibile.

Si presenta al momento con una brillantezza pari ad una magnitudine apparente +1, e quindi brilla come una stella di prima grandezza e mostra una bella coda di polveri che appare giallastra a causa della riflessione della luce solare.

Secondo gli esperti dell'Istituto nazionale di astrofisica (Inaf), fino al 10 luglio la cometa sarà meglio osservabile all'alba, bassa sull'orizzonte di nord-est verso le 4 del mattino.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE