E' morto Jack Charlton, campione del mondo nel 1966. Aveva 85 anni

Rufina Vignone
Luglio 12, 2020

Il calcio britannico è in lutto: è morto a 85 anni Jack Charlton, fratello di Bobby e vincitore della Coppa del Mondo con l'Inghilterra nel 1966.

Nella sua autobiografia, pubblicata nel 1996, ha rivelato che i rapporti con il fratello minore, inizialmente ottimi tanto che Bobby era stato il suo testimone di nozze, si guastarono dopo il matrimonio di quest'ultimo con Norma, che non andava d'accordo con la loro madre al punto che Bobby e la madre non si parlarono più. "Jack è morto in pace venerdì 10 luglio all'età di 85 anni".

Il calcio inglese piange la scomparsa di un mito: un ex calciatore e allenatore che ha firmato molte pagine leggendarie di questo sport. In questi 24 anni Charlton si è dedicato alla famiglia e la scorsa notte è deceduto nel suo letto per cause naturali. "Non possiamo dire quanto siamo orgogliosi della vita straordinaria che ha avuto".

Tra i primi ad esprimere il dolore e il cordoglio per la morte di Jack Charlton, sono arrivati proprio i dirigenti della federazione irlandese che, attraverso un post pubblicato su Twitter, lo hanno salutato per l'ultima volta con parole d'affetto: "Il FAI è profondamente rattristato dalla notizia della morte di Jack Charlton, il manager che ha cambiato il calcio irlandese per sempre". Era una persona onesta, gentile, divertente e genuina.

Molti però lo ricordano anche come allenatore, per ciò che ha fatto da ct dell'Irlanda. "La sua perdita lascerà un enorme buco in tutte le nostre vite ma siamo grati per una vita di ricordi felici".

Jack Charlton era nato ad Ashington, l'8 maggio 1935. Con il club (669 partite e 70 reti) ha invece conquistato un campionato inglese, una Coppa d'Inghilterra, una Coppa di Lega, un Charity Shield e due Coppe delle Fiere. Con la nazionale inglese ha collezionato 35 presenze e 6 goal. Ritiratosi nel 1973, Jack aveva intrapreso la carriera di allenatore, guidando Middlesbrough, Sheffield Wednesday e Newcastle.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE