Animali: Bioparco Roma battezza due cucciole di leone asiatico, evento storico (2)

Bruno Cirelli
Luglio 12, 2020

Da lunedì scatterà anche il contest per scegliere il nome delle due leoncine, a cui sono invitati a partecipare tutti i romani, inclusi i bambini!

Lo scorso 29 aprile, in pieno lockdown, sono nate due cucciole di leone asiatico, una delle specie più rare e in via di estinzione del pianeta. La nascita delle due cucciole di leone asiatico è un simbolo di speranza. Sono in ottima salute, stanno iniziando a muovere i primi passi intorno alla tana e nel frattempo vengono allattate dalla madre Sajani, femmina di 7 anni. Nelle prime settimane mamma e cuccioli, che alla nascita sono ciechi e non autosufficienti, sono rimasti al sicuro nelle aree interne per consentire ai piccoli di ambientarsi.

Il leone asiatico è l'autentico Re della foresta, anche se tale nozione non è molto nota, visto che il leone è la specie simbolo delle savane africane. Ha potuto riaprire le sue porte il 29 maggio. E alla domanda se il Campidoglio, in un momento cosi' delicato, stesse pensando di destinare maggiori fondi al Bioparco, Raggi ha fatto sapere che "ci stiamo lavorando".

Le leggi che lo proteggono non sono bastate, infatti, per evitate i tanti episodi di bracconaggio e avvelenamento, per non parlare della riduzione drastica del suo habitat e all'assenza quasi completa di diversità genetica, che hanno contribuito all'estinzione progressiva, come specifica il Bioparco di Roma.

Il Presidente della Fondazione Bioparco di Roma, Francesco Petretti, ha dichiarato: "durante il lockdown, a seguito del crollo dei flussi turistici, la sesta estinzione ha subìto una fortissima accelerazione in tutto il Pianeta". In questo contesto, la sola alternativa alla perdita delle specie e quindi all'erosione della biodiversità è rappresentata dai parchi zoologici come il Bioparco che -ha spiegato Petretti- in tutto il mondo, fronteggiando una situazione difficilissima, continuano a mantenere popolazioni di animali rarissimi e minacciati. E oggi lanciamo il concorso per dare un nome ai nostri leoncini: "da lunedi' per una settimana si potra' dare il proprio voto all'interno di una rosa di nomi". "Anche noi stiamo facendo la nostra parte - ha concluso Petretti - ma abbiamo bisogno di sostegno e di aiuto". "Per ripartire stiamo organizzando aperture serali, cineforum pomeridiani per i bambini, centri estivi". Oggi sopravvive con circa 500 esemplari presenti unicamente nell'India nord-occidentale nella piccola riserva di Gir e nelle aree limitrofe. La loro esistenza è continuamente minacciata dai bracconieri e dalle attività degli esseri umani nei territori una volta abitati da questi felini. Il Bioparco, insieme alla comunità internazionale degli Zoo, partecipa a programmi di conservazione mirati alla sua salvaguardia aderendo al programma europeo Eep (Eaza Ex Situ Programme), coordinato dall'Associazione Europea degli Zoo e Acquari (Eaza). Il leone asiatico e' classificato dalla Iucn (I'Unione mondiale per la conservazione della natura) come specie in pericolo: attualmente nelle strutture zoologiche europee sono presenti circa 150 leoni asiatici.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE