Seul, sindaco trovato morto dalla polizia

Bruno Cirelli
Luglio 11, 2020

Le ricerche sono scattate immediatamente e sono partite proprio dal luogo dove lo smartphone del sindaco ha agganciato l'ultima cella, il sobborgo di Seongbuk-gu, molto vicino alla residenza ufficiale di Jongno-gu e dove la sua presenza era stata registrata da una videocamera di sicurezza, ha raccontato ai giornalisti Lee Byeong-seok, un funzionario di polizia. Se l'ipotesi suicidio fosse confermata, come sembra, il motivo del gesto estremo andrebbe probabilmente ricercata nelle accuse di molestie sessuali, mosse da una donna che lavorava con lui.

Il sindaco di Seul, Park Won-sun, sarebbe stato ritrovato privo di vita, secondo l'agenzia di stampa Yonhap.

Park, 64 anni, è stato eletto sindaco della Capitale sud-coreana nel 2011 ed è entrato nel suo terzo e ultimo mandato nel giugno dello scorso anno. Soltanto qualche giorno fa, inoltre, in qualità di membro del Partito democratico liberale del presidente Moon Jae-in, aveva presentato un piano per ridurre l'inquinamento, con l'intento di rendere Seul una città ecologica entro il 2050. Poi sulla reputazione del sindaco era calata un'ombra, evidentemente insostenibile per l'uomo. Lo rivela la Bbc, precisando tuttavia che al momento non c'è alcuna conferma del legame tra la denuncia - presentata qualche ora prima la scomparsa di Park - e la sua morte. Sia la polizia della capitale, sia l'ufficio di Park, hanno dichiarato di non poter confermare le rivelazioni.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE