Napoli, niente ritiro a Dimaro quest'estate: il comunicato del club azzurro

Rufina Vignone
Luglio 9, 2020

Nella seduta di ieri della giunta regionale, su proposta degli assessori Mauro Febbo e Guido Quintino Liris, è stato approvato un importante provvedimento che prevede un contratto di partnership istituzionale tra la Società Sportiva Calcio Napoli e la Regione Abruzzo.

L'accordo, come detto, riguarda gli anni 2020, 2021, 2022, 2023, 2024 e 2025 e avrà sicuramente interessanti ricadute sul territorio e in particolare su tutto il comprensorio di Castel di Sangro, Roccaraso, Rivisondoli e Pescocostanzo.

La ripresa delle competizioni ufficiali della corrente stagione sportiva 2019/2020 ha reso impossibile individuare con le consuete scadenze il periodo abituale di svolgimento del ritiro collocato nel mese di luglio e ha conseguentemente impedito l'organizzazione di tale evento con l'abituale efficacia operativa conosciuta e apprezzata dalla società del Presidente Aurelio De Laurentiis e dalle migliaia di supporter azzurri di tutta Europa che da dieci anni frequentano questo meraviglioso angolo del Trentino. "Non sappiamo ancora di preciso quando ci sarà il ritiro".

Il primo appuntamento con la squadra allenata da Rino Gattuso sarà con tutta probabilità tra la fine di agosto e l'inizio di settembre. Il Napoli percepirà poco meno di un milione di euro (circa 800mila euro) per ogni stagione.

Le strutture hanno colpito molto il presidente del Napoli: avrebbe a disposizione lo stadio Patini (capienza da 7mila posti) con i due campi di allenamento attigui in erba naturale. Il Napoli giocherà probabilmente quattro amichevoli con il Castel di Sangro, Pescara, Teramo e una squadra straniera.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE