Milan-Juventus 4-2: i bianconeri scappano, poi il Diavolo la ribalta

Rufina Vignone
Luglio 8, 2020

Primo tempo tutto sommato tranquillo tra Milan e Juventus, conclusosi sul punteggio di 0-0: un solo episodio da segnalare, avvenuto proprio negli istanti finali della prima frazione.

Episodi da moviola in Milan-Juventus: passaggio di Paquetá per Ibrahimovic che segna, ma in posizione di fuorigioco.

Le assenze di de Ligt e Dybala potrebbero essere due alibi, guardandola da un altro punto di vista si potrebbe invece dire che è la dimostrazione che la famosa coperta non è poi così lunga se in campo di va un Rugani inadeguato a questi livelli e un Higuain che assomiglia più ad un turista per caso passato da Torino e portato in gita a Milano. Verso la mezz'ora si vede Ibrahimovic che per due volte conclude col sinistro, ma senza creare problemi a Szczesny. 66 sono infatti le vittorie della Juventus, contro i 49 di sponda Milan, mentre i restanti 54 incontri si sono conclusi in perfetta parità, senza vincitori ne vinti. A dieci dal termine il poker di Rebic.

Milan (4-2-3-1): G. Donnarumma; Conti (37′ st Calabria), Kjaer, Romagnoli, Theo Hernandez; Kessie, Bennacer; Saelemaekers (15′ st Rafael Leao), Paqueta (1′ st Calhanoglu), Rebic (37′ st Krunic); Ibrahimovic (22′ st Bonaventura).

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE