Usa, vandalizzate le statue di Colombo

Bruno Cirelli
Luglio 7, 2020

Manifestanti che protestavano per la morte dell'afroamericano, George Floyd, hanno rovesciato e gettato in mare la statua di Cristoforo Colombo a Baltimora, nel Maryland. I manifestanti hanno agganciato la statua con delle corde e l'hanno rovesciata.

Colombo, per molti manifestanti vicini al movimento Black Lives Matter, è responsabile in qualche modo del genocidio e lo sfruttamento dei nativi americani. Lo ha detto il presidente Usa, Donald Trump, durante le celebrazioni per il 4 luglio alla Casa Bianca. Trump ha assicurato che saranno difesi i valori statunitensi e che continuerà il sogno americano.

Il primo a essere disorientato dalla disinvolta affermazione di Trump - "preserveremo lo stile di vita americano che ebbe inizio nel 1492, quando Colombo scoprì l'America" - sarebbe certamente Cristoforo Colombo stesso, il quale partì alla ricerca di una scorciatoia per l'India, approdò alle Bahamas convinto di averla trovata e morì senza che il minimo dubbio lo scalfisse. "Non consentiremo alla folla arrabbiata di buttare giù le nostre statue, cancellare la nostra storia, indottrinare i nostri figli e calpestare le nostre libertà", aggiunge Trump.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE