Coronavirus, morto il paziente 0: segnalato alla Procura diffusore del contagio

Bruno Cirelli
Luglio 6, 2020

Il numero totale dei contagi in Italia sale così a 241.419. A dare ragione al governatore veneto, è lo stesso figlio dell'imprenditore: "Papà ha sbagliato, non so perché si è comportato in modo così irresponsabile", ha detto ai principali quotidiani. Si vince controllandoli ed evitando che si estendano. Venerdì pomeriggio il Nucleo della Polizia Commerciale del Comando di via Castello d'Amore, nell'ambito dei controlli per il rispetto dell'ordinanza regionale anti Covid-19, ha effettuato un sopralluogo in un'attività di acconciatore che opera in viale Nino Bixio.

Analoghi tracciamenti sono stati fatti naturalmente per gli operai, a Pojana e Orgiano, nel Vicentino, e a Bonavigo, nel Veronese, dove abita l'operaio che primo è andato in trasferta con il dirigente. Il Veneto non ha mai ripreso l'onda dei contagi.

LEGGI ANCHE -- Le nuove regole in condominio post-covid.

Tra i casi di Roma ci sono due dipendenti del World Food Program di rientro dalla Somalia, risultati positivi e sintomatici e segnalati da un medico delle Nazioni Unite. Per quanto riguarda gli arrivi dall'estero, sottolinea, "si possono mettere sotto sorveglianza le persone che arrivano da aree a rischio come Cina, India, Brasile e Stati Uniti".

Nel Lazio attualmente ci sono 31 pazienti positivi, di cui 14 a Roma. A questi vanno aggiunti altri nove contagi tra i comuni di Cervia e Ravenna. Una ventina i contatti che avrebbe avuto. In generale, osserva il vice governatore friulano Riccardi, "nell'ultima settimana si sono verificati tre casi che hanno avuto origine in altri Paesi: questo è un problema che intendiamo monitorare". Ricordo che è stato tolto il penale, se il positivo esce di casa può prendersi fino a 18 mesi di reclusione e fino a 5mila euro di multa, colui che è in isolamento fiduciario, con l'ultimo decreto non va incontro a nulla di penale, c'è la multa da mille euro. La sintesi dunque è: cinque vicentini positivi contagiati in Serbia.

Rimane attentamente monitorata la situazione coronavirus in Italia, dove emergono nuovi focolai. Il paziente ora ricoverato in terapia intensiva.

Conferenza stampa a sorpresa del presidente del Veneto Luca Zaia. Chi si sposta per lavoro non può restare nell'incertezza", "un decreto si può fare alla velocità della luce. A partire proprio dall'imprenditore vicentino.

Parla il figlio del 65enne imprenditore meccanico di Sossano, in provincia di Vicenza, accusato di aver incautamente contagiato diverse persone continuando a fare la vita di sempre (persino partecipando a un funerale) pur avendo i sintomi del coronavirus. E il resto viene dopo.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE