Milano, Salvini: "Grandi manager a disposizione per candidato sindaco centrodestra"

Ausiliatrice Cristiano
Luglio 5, 2020

Salvini non teme un'intesa segreta tra Forza Italia, Pd, Movimento 5 Stelle su legge elettorale e Mes e anzi si dice certo che il centrodestra sarà compatto.

Peraltro emerge con chiarezza che tanto la leader di Fratelli d'Italia quanto quello della Lega fanno ben poca fatica nel trovare punti deboli nella compagine governativa, molto concentrata sugli annunci del premier Conte ma assai meno risoluta nelle decisioni, come dimostrano i molti dossier aperti (in diversi casi da lungo o lunghissimo tempo). "Dall'altra parte c'è il flop totale della burocrazia e dello statalismo". Gazebo separati, però, lontani dal palco, con Forza Italia a raccogliere firme per "Silvio Berlusconi senatore a vita" e Lega-FdI meno indaffarati. "Mi fido totalmente di Berlusconi", ha affermato Salvini che ha voluto rimarcare la vicinanza della coalizione agli Stati Uniti. Da una parte, ha proseguito, "c'è una squadra stanca, sfilacciata, un sindaco che pensa più che altro a Roma" mentre "dall'altra parte c'è l'entusiasmo di chi ha voglia di tornare a Milano".

Quando la polizia aveva comunicato di poter permettere l'accesso alla piazza a circa 2 mila persone, in modo da rispettare le norme anti-contagio, Fratelli d'Italia aveva attaccato, spiegando che in quel modo si sarebbero provocati degli assembramenti di militanti "assiepati fuori dalle transenne", ricordando allo stesso tempo che per la manifestazione contro il razzismo dopo la morte di George Floyd c'erano "almeno 7 mila persone, senza che nessuno dicesse nulla". In effetti, a dar credito ai sondaggi, appare probabile che il centrodestra possa facilmente imporsi su 4-5 delle 7 Regioni che andranno al voto, se non più. Esiste già una misura di ricovero coatto per chi diffonde epidemie, il quale potrebbe essere punito fino all'ergastolo: è prevista dal codice penale ed è applicata anche in questi mesi per chi si allontana dalla quarantena, osserva all'Ansa Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di polizia Coisp, a proposito della richiesta del governatore del Veneto, Luca Zaia per il trattamento sanitario obbligatorio ai positivi al coronavirus che rifiutano il ricovero.

"Mi preoccupa un governo litigioso e confuso. Adesso Conte vuole discutere di quello che facciamo nei prossimi 3 anni così lui rimane incollato alla poltrona, ma non ci caschiamo, mica siamo scemi". "Liberemo il Paese dalla zavorra di questi incapaci perché noi siamo l'Italia". L'ultimo a parlare è Matteo Salvini, che continua ad accarezzare il sogno di un crollo della maggioranza giallo-rossa, con la possibilità di varcare presto il portone di palazzo Chigi da presidente del Consiglio.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE