Tregua tra Conte e Zingaretti e convergenza sul dl semplificazioni

Rufina Vignone
Luglio 4, 2020

Per come mi hanno insegnato che si sta in una comunità, non mi permetterei di fare qualsiasi che potesse danneggiare lui o la nostra comunità. "Rispettando le autonomie dei territori e' giusto provare a costruire progetti unitari e condivisi nelle regioni".

Non si è fatta attendere la risposta del M5s, per bocca del suo capo politico Vito Crimi. In Campania invece il nostro appello non ha avuto riscontro.

Il presidente del Consiglio sulle mancate alleanze tra i partiti di governo ha poi ribadito: "Possibile non trovare un momento di sintesi agli appuntamenti regionali?"

"La maggioranza è compatta, lavoriamo ogni giorno su tutti i fronti, lo vedete anche nel dl Rilancio", ha detto il premier.

Sul versante Mes, poi Conte ha precisato che "è legittimo in questo momento aprire un dibattito pubblico e esprimere varie sensibilità". Giuseppe Conte sottolinea che "FI non offre un mescolamento di ruoli ma è la forza di opposizione che si sta distinguendo per un atteggiamento più costruttivo e anche più responsabile". Lo abbiamo condiviso con tutte le forze produttive e sociali: ho incontrato 122 sigle più tantissimi singoli cittadini. Lo dice il premier Giuseppe Conte subito dopo l'incontro col segretario dem. "E' cruciale che la prossima volta l'Italia sia in grado di rispondere a una crisi da sola", ha detto il premier olandese Mark Rutte, leader dei Paesi 'frugali', in un'intervista, rispondendo a una domanda sulla contrarietà a dare più contributi a fondo perduto che prestiti.

"Ci auguriamo che il governo definisca e vari al più presto il cosiddetto decreto-semplificazioni che è stato annunciato", ha commentato recentemente Carlo Bonomi, il presidente di Confindustria. "Credo che Berlusconi intenda quello che intende dall'inizio della legislatura, ovvero verificare se c'è una maggioranza di centrodestra, magari allargata a qualche persona di buona volontà, in grado di governare". Quindi distanziamento, mascherine e lavaggio mani e luoghi; tracciamento dei casi positivi, cio un sistema Italia che continua a vivere tra picchi e focolai ma individua lo strumento che richiede un'azione comune; test seriologici e campioni pianificati a livello nazionale in tutti i luoghi; "scuole sicure", che deve diventare un grande progetto nazionale; grandissima estensione dei vaccini antinfluenzali per evitare il pi possibile ricoveri per influenza.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE