Scendono i casi di morbillo, 'merito' del lockdown

Barsaba Taglieri
Luglio 4, 2020

Il numero totale di attualmente positivi è di 15.060, con una decrescita di 195 assistiti rispetto a ieri.

"Non sorprende pertanto osservare un numero ridotto di casi che richiedono ospedalizzazione in quanto, per le caratteristiche della malattia COVID-19, solo una piccola proporzione del totale delle persone che contraggono il virus SARS-CoV-2 sviluppano quadri clinici più gravi", si afferma nel rapporto. Crescono anche i decessi: 30 nuove vittime rispetto alle 21 di ieri, il totale arriva a 34.818. In isolamento domiciliare ci sono oggi 14.015 persone, in calo di 124 unità rispetto al giorno precedente I guariti e le persone dimesse sono invece 191.083, con un incremento rispetto alla vigilia di 366 unità. Le rimanenti regioni contano meno di nove nuovi casi. "Gli studi di sieroprevalenza - sottolinea l'Iss- sono fondamentali per comprendere la dimensione dell'epidemia di Covid-19 sul territorio, che possono anche consentire l'identificazione dei sintomi non evidenti (oppure clinicamente non rilevanti) associati all'infezione da Sars-CoV-2". E' quanto si legge nel report settimanale di Iss e Ministero Salute sulla situazione epidemiologica dell'emergenza coronavirus. Da qui il richiamo a mantenere "alta l'attenzione".

L'analisi è relativa ai dati per il periodo 22-28 giugno, successivo alla terza fase di riapertura avvenuta il 3 giugno 2020. In totale in Italia sono morte 34.833 persone dall'inizio dell'epidemia. Al momento i dati confermano l'opportunità di mantenere le misure di prevenzione e controllo già adottate dalle Regioni/PPAA. Per Rezza serve continuare ad avere comportamenti adeguati: mascherine nei luoghi pubblici e distanziamento sociale. In particolare, si è rilevata una percentuale di positività del 27,73% a Canazei, del 24,7% a Campitello di Fassa, del 23,61% a Vermiglio, del 20,97% a Borgo Chiese, del 17,81% a Pieve di Bono-Prezzo. A Roma città si concentrano sette nuovi casi, mentre "il valore Rt è in calo", spiega l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato che annuncia la necessità di quarantena per chi proviene dal Bangladesh. Il 6 luglio inizieranno i prelievi dei test sierologici per i 79mila operatori del commercio iscritti a Sanimpresa.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE