Lorella Cuccarini come la Clerici: nuove indiscrezioni sul futuro in Rai

Ausiliatrice Cristiano
Luglio 2, 2020

Che Diaco si riferisse proprio a quello? "Pare che Matano non ha risposto agli insulti per evitare di alimentare la polemica".

Motivo della lite l'esclusione, dalla conduzione della prossima edizione de Vita in diretta, dell'amica molto importante per Pierluigi Diaco, Lorella Cuccarini.

Fuori dalla sede Rai sembrerebbe sia successo il finimondo con urla e paroloni tra Pier Luigi Diaco e Alberto Matano, con il primo che accusava il secondo di aver contribuito a far fuori Lorella Cuccarini dalla "Vita in diretta".

Stando a quanto riferito da Fiordelmondo Diaco, nei corridoi della Rai, appena incontrato Alberto Matano lo avrebbe fermato e accusato molto duramente con toni di voce molto alti, di essere la causa dell'allontanamento di Lorella Cuccarini dal programma Vita in diretta. Gli ho detto con educazione quello che penso. Mentre la giornalista rispondeva alle domande di Diaco è stata interrotta dal conduttore per una domanda, ma ha commesso il madornale errore di anticipare la sua domanda, ricevendo come risposta una reazione stizzita di Diaco, che le ha chiesto: "Vuoi presentare tu?".

Tra coloro che hanno difeso Lorella Cuccarini vi è certamente Pierluigi Diaco, il quale, pur non entrando nel merito della discussione, ha lodato la conduttrice per le sue qualità e la sua professionalità: "Domani la mia amica Lorella Cuccarini conclude la sua eccezionale esperienza alla guida de La vita in diretta". Ecco cosa si legge nel post: "Volano stracci fra Alberto Matano e Pier Luigi Diaco". Si era parlato anche della possibilità di un'emigrazione verso La 7, ma le nuove indiscrezioni parlano di un altro programma Rai. Mi chiedo come fa a circolare una indiscrezione falsa.

Secondo il paparazzo Alan Fiordelmondo ci sarebbe stata una furiosa lite tra Alberto Matano e Pierluigi Diaco sulla querelle con Lorella Cuccarini. "Matano è fin troppo signore a non replicare..."

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE