Coronavirus, Speranza: "Seconda ondata possibile, sbagliato rischiare"

Bruno Cirelli
Luglio 2, 2020

Dichiarazioni contrastanti sono arrivate infatti dal ministro della Salute Roberto Speranza e dal suo vice Pierpaolo Sileri che aveva escluso una seconda ondata.

L'Italia sceglie la linea della prudenza e mantiene in vigore l'isolamento fiduciario e la sorveglianza sanitaria per tutti i cittadini provenienti dai Paesi extra Schengen. Uno strumento utile e importante e invito i cittadini del nostro Paese a scaricarla perché anche così si può dare una mano e penso che sulla tutela della salute non devono esserci differenze politiche. Le altre motivazioni per l'arrivo in Italia sono le comprovate esigenze lavorative, i motivi di salute e l'assoluta urgenza.

E' il caso di dirlo, collezioniamo un altro parere sulla previsione per i prossimi mesi circa la prosecuzione o meno dell'epidemia che ha costretto entro le mura domestiche od ospedaliere molti italiani e non. Queste le parole del ministro Speranza dopo la firma dell'ordinanza.

"La situazione a livello globale resta molto complessa".

L'Unione Europea decide di riaprire le proprie frontiere dal prossimo 1° luglio a 14 Paesi: Algeria, Australia, Canada, Georgia, Giappone, Montenegro, Marocco, Nuova-Zelanda, Rwanda, Serbia, Corea del Sud, Thailandia, Tunisia e Uruguay. Tra i paesi inclusi anche la Cina, a patto che il paese garantisca la condizione di reciprocità. Esclusi sono gli Stati Uniti, il Brasile e la Russia.

Il Regno Unito fa ancora parte, in via transitoria e fino al 31 dicembre, dell'UE.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE