Cina approva legge sulla sicurezza nazionale, stretta alle libertà di Hong Kong

Bruno Cirelli
Luglio 2, 2020

Intanto, Taipei apre un ufficio incaricato di assistere i cittadini di Hong Kong che intendano chiedere asilo e trasferirsi a Taiwan. L'approvazione all'unanimità sottolinea le preoccupazioni di Washington per la fine dell'autonomia di Hong Kong, importante hub finanziario.

La prima persona fermata dalla polizia in base alla nuova legge approvata a Pechino, secondo i media locali, è un uomo che possedeva una bandiera della Hong Kong indipendente a Causeway Bay.

L'entrata in vigore della nuova legge ha provocato anche reazioni internazionali. Boris Johnson aveva confermato ieri alla Camera dei Comuni le intenzioni del governo in risposta all'introduzione da parte di Pechino della legge sulla sicurezza nazionale nell'ex colonia britannica.

Nel corso di una conferenza stampa la governatrice Carrie Lam ha affermato di ritenere "non appropriato in questo momento commentare qualsiasi tema legato alla legge sulla sicurezza nazionale". Il segretario di Stato americano Mike Pompeo ha minacciato "rappresaglie" degli Usa dopo quello che ha definito "un triste giorno" per Hong Kong.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE