Gué Pequeno attacca Ghali: "Si veste da donna manco fosse gay"

Ausiliatrice Cristiano
Giugno 27, 2020

Continua la guerra tra Guè Pequeno e Ghali. Una chiacchierata che ha fatto rumore specialmente per le sue parole su Ghali, ma in cui ha toccato tanti argomenti inerenti alla musica e non solo. L'ex giudice di The Voice of Italy e Top DJ è andato pesantemente contro l'interprete di Cara Italia.

In questi giorni il rapper milanese, come di consuetudine nel periodo immediatamente precedente al lancio di un nuovo progetto, sta rilasciando un significativo numero di interviste.

A due anni di distanza da Sinatra, il suo ultimo lavoro, Gué Pequeno torna con un nuovo album che ha tutte le caratteristiche per dimostrare, ancora una volta, la sua assoluta centralità e rilevanza nel panorama attuale, nonché i suoi meriti sulla lunga distanza. Appartiene all'universo fashion: "non sarà mai un idolo del mondo di colore", questa la dichiarazione di Pequeno al Corriere della Sera.

A scatenare l'indignazione di Gué Pequeno è stato il look sfoggiato da Ghali durante una sfilata di Gucci: il trapper si è presentato con un cappottino rosa dal taglio molto classico, guanti di pizzo a mezze dita, stivaletti alla caviglia con tacco e decorazione in oro e una borsa a forma di cuscino. Adesso il 39enne è intervenuto nuovamente sulla vicenda. Lo considera incredibile. Ad ogni modo - ha aggiunto -, il pubblico dei giovanissimi non ha Hannah Montana e non c'è nemmeno la techno dei tamarri. Oggi nei quartieri c'è il neomelodico oppure c'è il trap che è comunque melodico, perché la melodia è nel nostro Dna.

Dopo aver ribadito di nutrire poca considerazione nei confronti di Ghali, Gué ha gettato ulteriore benzina sul fuoco.

Non può essere accostato a Stormzy, che in Inghilterra non va in giro 'conciato' da ananas. Io non sono razzistaomofobo, ma vedere un rapper che va in giro vestito da donna con la borsetta mi fa ridere, che poi almeno fosse gay. "Sono cose assurde" ha dichiarato Gué a Rolling Stones.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE