Fmi: per Italia nel 2020 crollo record Pil a -12,8%

Bruno Cirelli
Giugno 25, 2020

Il Pil globale crollerà quest'anno del 4,9%, contro il -3% atteso ad aprile, mentre l'anno prossimo crescerà del 5,4%, lo 0,4% in meno rispetto a quanto l'istituto di Washington si aspettasse in primavera.

Pil zona Euro -10,2%, per gli Usa -8%

. Debito sopra al 100% anche per Francia (125,7% nel 2020 e 123,8% nel 2021) e Spagna (123,8% e 124,1%).

Per via delle ripercussioni del lockdown e degli interventi per attenuare gli effetti della pandemia nel 2020 il debito e il deficit dei conti pubblici italiani balzeranno dal 134,8% del 2019 al 166,1% del Pil per poi scendere leggermente al 161,9% nel 2021, secondo le nuove stime dell'Fmi nel World Economic Outlook che vede il deficit al 12,7% del Pil quest'anno (in netto peggioramento rispetto all'8,3% della stima di aprile) per attestarsi al 7,0% nel 2021 (valore doppio rispetto ad aprile).

Brusca frenata per Germania, Francia, Spagna e Gran Bretagna nel 2020. Calo a due cifre anche per il pil britannico, che calerà del 10,2% nel 2020 per salire del 6,3% nel 2021. Per il 2021 è invece atteso un rimbalzo: il Pil è stimato in crescita del 6,0%, +1,3 punti percentuali in più rispetto ad aprile.

La crisi innescata dal coronavirus è un colpo "catastrofico" sul mercato del lavoro mondiale. Il Fondo sottolinea che "alcuni Paesi (soprattutto l'Ue) sono riusciti a contenere le ricadute con efficaci piani di breve termine".

L'economia mondiale si contrae quest'anno più delle attese registrando un calo del 4,9%, ovvero 1,9 punti percentuali in più rispetto alle stime di aprile. Nel 2021 stimato un rimbalzo del Pil del +5,4% (-0,4 punti su aprile). Le stime, peraltro, si basano sulla previsione - almeno nei Paesi dove la pandemia mostra livelli in calo - di persistenti misure di distanziamento sociale anche nel secondo semestre del 2020, oltre che di condizioni finanziarie che resteranno ai livelli attuali.

Altro che contrazione dell'8% prevista dal governo M5S-PD: il Fondo Monetario internazionale prevede per l'Italia una recessione molto più profonda nel 2020, caratterizzata da un crollo del Pil del 12,8%, peggiore di 3,7 punti percentuali rispetto al -9,1% dell'outlook diramato ad aprile.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE