Covid19, Ricciardi: "Tornerà in autunno e colpirà i giovani"

Barsaba Taglieri
Giugno 25, 2020

Secondo il consigliere del ministro della Salute, il virus che circola in Italia "è lo stesso che fa morti a grappoli in altri paesi". Questo virus si diffonderà fra i giovani, che diventeranno i vettori, i portatori di questa infezione e il problema sarà che, a causa della mancanza di misure di sicurezza da parte dei ragazzi, lo trasmetteranno a nonni e genitori e rivedremo di nuovo la pressione sul sistema sanitario.

Una previsione che non lascia presagire nulla di buono quella fatta da Walter Ricciardi, consigliere del ministero della Salute e professore dell'Università di Cattolica.

La mascherina si deve indossare "se in certe circostanze non si riesce a mantenere le distanze, e questo soprattutto negli ambienti chiusi".

"Tutti i virus respiratori ritornano in autunno da quando esiste l'uomo", ha detto presentando il "Rapporto Osservasalute 2019". Ogni anno c'è una stagione in cui, a causa del freddo e della capacità del virus di riprodursi grazie ad alcune condizioni, queste infezioni ritornano. "Non dobbiamo essere spaventati ma cauti sì", ha aggiunto, adottando "tutti quei comportamenti utili fino a quando non si avrà il vaccino". "Siccome ieri si è avuto il record di singoli casi in un giorno, siamo ben lontani a livello mondiale, ma anche nazionale, dal raggiungere questo obiettivo".

Nel corso del suo intervento ad Agorà, Ricciardi ha spiegato: "Il virus da solo fa poco, in gruppo fa moltissimo". Per questo, ci si chiede già se l'Italia sarà pronta ad affrontare una seconda ondata e se riuscirà a gestire l'emergenza, così come avvenuto nei mesi scorsi.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE