Ricciardi: "I primi ad avere il vaccino saranno operatori sanitari e anziani"

Barsaba Taglieri
Giugno 14, 2020

Alla domanda perché la scelta sia ricaduta su AstraZeneca, Ricciardi risponde: "Il loro è il vaccino in fase di sperimentazione più avanzata, cioè nella 2".

Ecco il suo annuncio: "I primi a ricevere il vaccino saranno i lavoratori della sanità". Quest'ultima viene preparata con i colleghi di Francia, Germania e Olanda il contratto con AstraZeneca. Lo stanno provando su 10 mila volontari. "Rispetto agli altri gruppi che lavorano sullo stesso obiettivo hanno almeno 6 mesi di vantaggio", ha sostenuto, aggiungendo che "anche se in questo momento nessuno può dire al 100 per cento che arriveranno in fondo, se lo faranno potremo avere le prime dosi alla fine di quest' anno". AstraZeneca deve poter usare gli stabilimenti messi a disposizione, sulla base di accordi, dai produttori dei vari Paesi. Qui il ministro Speranza precisa soltanto che "il vaccino lo paga lo Stato e verrà distribuito gratis a cominciare dalle classi più a rischio", anche se "la svolta vera ci sarà quando l'Agenzia europea per i medicinali darà il via libera". Per questo abbiamo più candidati. Un altro candidato valido è Moderna negli Usa, però molto commerciale.

Nel piano per immunizzare il paese, spiega Ricciardi, prima toccherà "al personale sanitario, alle categorie a rischio, per età o patologie, e a militari e forze dell'ordine".

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha rilasciato un'intervista al Corriere della Sera nella quale ha parlato di una possibile nuova ondata di contagi in autunno, con il ritorno al freddo, e dell'avanzamento della ricerca del vaccino. Basta guardare ai focolai di questi giorni, come quello di Roma, per capire cosa intendo. "Se la gente si comporterà bene, se i sistemi sanitari faranno tamponi, eviteremo che le ondine diventino ondate".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE