Coronavirus / Sileri: "Non esiste un problema Lombardia. Oggi numeri incoraggianti"

Barsaba Taglieri
Giugno 8, 2020

La fase è di "convivenza" con Covid-19 e "la situazione è molto sotto controllo" grazie alle misure adottate. "L'Italia è aperta. I focolai possono essere ovunque e, nel caso, andranno prese misure di contenimento chirurgiche e mirate", ha aggiunto l'esponente del governo Conte.

"Non vedo un problema Lombardia anzi vedo numeri in calo con terapie intensive vuote". A dirlo è Pierpaolo Sileri, viceministro della Salute, a Skytg24, riferendosi agli spostamenti interregionali, ormai consentiti dallo scorso 3 giugno.

"Siamo usciti dalla fase acuta".

"Servono 20-25 miliardi da usare bene, per riforme strutturali in campo sanitario, a partire dal personale, alzando gli stipendi", ha affermato il viceministro del Movimento Cinque Stelle.

Sull'uscita dall'emergenza, il ministro spiega che "mai come ora le sorti del nostro paese dipendono dalla burocrazia, che dobbiamo eliminare per far rinascere il nostro Paese".

Quanto al Mes, "se alcuni Paesi hanno detto no ci sarà un perché". A mio avviso se sono soldi vantaggiosi, senza vincoli e in tempi rapidi allora va bene.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE