Alstom e Snam insieme per sviluppare i treni a idrogeno in Italia

Paterniano Del Favero
Giugno 7, 2020

Le aziende Snam e Alstom hanno siglato un accordo che prevede la realizzazione di treni a idrogeno per le linee ferroviarie d'Italia.

Si apre così il comunicato pubblicato ieri sul sito istituzionale del colosso francese che annuncia l'accordo raggiunto con Snam azienda italiana leader nell infrastrutture energetiche.

Nell'intesa raggiunta Alstom produrrà e manterrà treni a idrogeno di nuova costruzione o convertiti, mentre Snam svilupperà le infrastrutture per la produzione, il trasporto e il rifornimento di carburante. L'obiettivo principale invece è quello di costruire, per inizio 2021, i treni alimentati a idrogeno e la relativa infrastruttura tecnologica per l'approvvigionamento, nonché per i servizi di manutenzione e gestione dei convogli. L'idrogeno prodotto da rinnovabili diventerà competitivo con le fonti fossili nel giro di pochi anni e avrà un ruolo centrale nella transizione energetica, in particolare nell'industria, nel riscaldamento e nel trasporto pesante.

Alverà, autore del libro 'Generation H', ritiene che l'idrogeno "sarà un pilastro del Green New Deal europeo e degli investimenti per la ripartenza post-Covid". Coradia iLint, il primo treno a idrogeno, è già in servizio passeggeri tra le città di Cuxhaven, Bremerhaven, Bremervörde e Buxtehudehe in Germania. Ci auguriamo che il treno a idrogeno diventi presto una realtà anche in Italia.

L'azienda produttrice di treni Alstom e la compagnia fornitrice di energia Snam hanno dato vita ad un piano quinquennale per lo sviluppo di treni a idrogeno destinati all'Italia.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE