Bruce Springsteen "Ancora schiavismo negli Usa" Agenzia di stampa Italpress

Ausiliatrice Cristiano
Giugno 6, 2020

Con la sua delicatezza ha dato l'esempio di come la musica possa dare il suo contributo e ha deciso così di dedicare nel suo programma radiofonico su Sirius XM, Bruce Springsteen,From His Home To Yours, proprio la canzone di apertura a George Floyd, la vittima dell'orrendo crimine che si è compiuto a Minneapolis. Un testo che era stato registrato originariamente nel 2000 e pubblicato per la prima volta nel Live in New York City del 2001, scritto in memoria di Amadou Diallo, un immigrato guineano morto durante uno scontro con la Polizia di New York. Springsteen ha detto: "Questa canzone e' lunga quasi 8 minuti". Le risposte di chi lo stava arrestando sono state il silenzio e la pressione. "Possa George riposare in pace".

"In questo momento ci sono 40 milioni di disoccupati", ha continuato. "Oltre 100.000 cittadini sono morti per COVID-19 con una risposta appena tiepida e del tutto insensibile della Casa Bianca. Mentre andiamo in onda, il Paese è in fiamme e nel caos più totale". Tra questi: This Is America di Childish Gambino, Burnin' and Lootin di Bob Marley e i Wailers, Who Will Survive in America? di Kanye West, e poi Polical World, Blind Willie McTell e Murder Most Foul di Bob Dylan.

Tra una canzone e l'altra, il Boss ha detto: "Continuiamo a essere perseguitati, generazione dopo generazione, dal nostro peccato originale della schiavitù". Rimane il grande problema insoluto della societa' americana. Il peso di questo bagaglio diventa piu' pesante ad ogni generazione che passa. "E di fronte a questa settimana caotica e violenta per le strade americane, tutto questo sembra non avere una fine".

Bruce Springsteen

Springsteen ha anche suonato il classico di Billie Holiday Strange Fruit. Lo stesso artista ha spiegato il motivo di questa decisione.

A metà del programma, ha fatto sentire un discorso che Martin Luther King Jr. aveva tenuto a Birmingham, in Alabama, con parecchi echi della crisi che affrontiamo oggi. "Non ci siamo occupati molto bene della nostra casa", ha detto Springsteen. "Non può esserci pace permanente senza la giustizia a cui hanno diritto tutti gli americani, indipendentemente dalla loro razza, colore o credo. Siate forti. Finché non ci incontreremo di nuovo, impegnatevi e vivete in pace".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE