Incentivi, presentato emendamento al Decreto Rilancio. - L'Automobile

Rufina Vignone
Giugno 5, 2020

Questo, però, rottamando un veicolo con 10 anni o più di vita.

Torna la rottamazione delle auto usate e inquinanti. Questo il contenuto di un emendamento al decreto Rilancio firmato da esponenti del Partito Democratico, Italia Viva e Leu, che godrebbe del sostegno esterno anche di Forza Italia e che prevede nello specifico un sostegno statale fino a 2 mila euro affiancato da una identica cifra a carico del concessionario.

La proposta prevede che il cliente che compra l'auto nuova riceva 2000 euro di sconto dallo Stato ed altrettanti dal concessionario risparmiando 4000 euro totali. Se non si possiede una vecchia auto da rottamare è previsto comunque un bonus di 2.000 euro per (1.000 lo Stato e 1.000 il concessionario) per l'acquisto di un'auto nuova omologata euro 6, anche con emissioni di C02 tra 61 e 95 grammi a chilometro. Duemila euro da parte dello Stato ed € 2.000,00 da parte della concessionaria auto.

L'emendamento al Decreto Rilancio contempla un incentivo per chi acquista auto usate (almeno Euro 5) e contemporaneamente rottama un'auto Euro 0, 1, 2 e 3. Se approvata, la misura potrebbe scattare dal 1° luglio prossimo e restare in vigore fino al 31 dicembre.

I nuovi incentivi proposti dal Governo oltre a puntare allo svecchiamento del parco circolante italiano, hanno come obiettivo quello di supportare il settore automotive duramente provato dalla crisi finanziaria innescata dall'emergenza Coronavirus che ha fatto crollare le immatricolazioni nel mese appena trascorso di ben il 50%.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE