Malati sotto i 40mila, morti in calo | Dati al 2 giugno

Barsaba Taglieri
Giugno 3, 2020

Sono stati da poco pubblicati dalla Protezione Civile i numeri sulla situazione del Covid-19 in Italia, nel bollettino del 31 maggio. I test eseguiti hanno raggiunto quota 253.845, 1.755 in più rispetto a ieri, quelli analizzati oggi sono 2.049. Questo il bilancio del 2 giugno, Festa della Repubblica, con l'andamento del Covid-19 che resta negli standard previsti e fa registrare otto regioni italiane a zero nuovi casi: Puglia, Trentino Alto Adige, Umbria, Sardegna, Valle d'Aosta, Calabria, Molise e Basilicata.

Si riducono ancora le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid che oggi sono complessivamente 110, 15 in meno di ieri (meno 12%) di cui 25 in terapia intensiva (3 in meno rispetto a ieri, meno 10,7%). Lo rende noto la Protezione Civile. Un rialzo atteso, poiché il calo di ieri era dipeso anche da un numero inferiore di tamponi, ma comunque un incremento inferiore a quello dei giorni predenti. Sono invece 60 le vittime nelle ultime 24 ore. Dieci di questi soggetti sono residenti in provincia di Varese, numero relativamente basso rispetto ai territori tuttora più colpiti.

Covid-19, il bollettino del 31 maggio: contagi e morti in discesa

Le persone in isolamento a casa, cioè quelle con sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 2.504 (circa l'86% di quelle malate), -127 rispetto a ieri.

Sono 318 i nuovi casi che si registrano nelle ultime 24 ore. Sei regioni comunicano zero nuovi contagiati: Marche, Sicilia, Umbria, Molise, Calabria e Basilicata. I morti complessivi salgono a 33.475. Domenica l'aumento era stato di 1.874. Cala di 606 unità il numero degli attualmente positivi al virus, ora pari a 20.255. Torna a crescere il numero dei contagi (ieri erano 178) parallelamente al numero dei tamponi. Secondo quanto riferito dall'Unione africana, al momento sono 152.442 i contagi e 4.344 morti in 54 Stati.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE