La piccola Gianna, figlia di George Floyd: "Mi manca il mio papà"

Bruno Cirelli
Giugno 3, 2020

Ha solo sei anni e non sa come il papà sia morto realmente. Ha detto alla giornalista: "Da grande farò il medico per prendermi cura degli altri".

Le proteste non si placano negli Stati Uniti: il coprifuoco fortemente voluto dal presidente Donald Trump è stato violato in molte città, da Washington a New York, dove migliaia di persone hanno continuato a manifestare anche dopo il tramonto contro l'uccisione di George Floyd.

Voglio che la gente sappia che mi manca il mio papà.
Lo fa nel corso di una conferenza stampa, la prima, insieme alla piccola Gianna, figlia sua e dell'uomo barbaramente soffocato a Minneapolis. "Se c'è un problema e ha bisogno di suo padre, non ce l'ha più". La mamma non ha trovato il modo per raccontarle quanto accaduto.

Voglio giustizia per George. Lo hanno strappato a Gianna. Alla fine della giornata vanno a casa e stanno con le loro famiglie. "Non la vedrà mai crescere e laurearsi, non la accompagnerà mai in giro".

Parla la madre della figlia di George Floyd, l'afroamericano brutalmente soffocato da un poliziotto a Minneapolis: "Era buono, voglio giustizia".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE