E' morto Roberto Gervaso: lo scrittore col papillon aveva 82 anni

Ausiliatrice Cristiano
Giugno 3, 2020

Sono sicura che racconterai i tuoi splendidi aforismi anche lassù. Gervaso, 83 anni da compiere, stava da tempo lottando contro la malattia. Non è mancato neanche il messaggio del Quirinale: "Il Presidente #Mattarella - questo il tweet scritto pochi minuti fa - ha fatto pervenire alla moglie e alla figlia di Roberto #Gervaso le sue condoglianze per la scomparsa di un uomo di finissima cultura, protagonista, per lunghi anni, del giornalismo e della vita culturale del nostro Paese". Aveva un'immagine inconfondibile: il suo papillon era anche icona stilistica, così come gli occhiali piccoli e a tutto tondo. Romano, aveva studiato in Italia e negli Stati Uniti e si era laureato in lettere moderne, con una tesi sul filosofo Tommaso Campanella. Ha collaborato a quotidiani e periodici, alla radio e alla televisione, e per decenni si è dedicato alla divulgazione storica, sua grande passione, come testimoniano decine di libri.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi. E' Gervaso che cura con dettagliata precisione la scansione cronologica dell'Italia "dai secoli bui" del Medioevo a quella del Settecento illuminista e riformatore.

Notevole anche la sua attività da scrittore: con Indro Montanelli è stato autore di una serie di volumi divulgativi sulla storia d'Italia, ha vinto due volte il Premio Bancarella - nel 1967 insieme allo stesso Montanelli con L'Italia dei Comuni e nel 1973 con la biografia di Cagliostro - ed ha firmato una lunga serie di saggi, raccolti, biografie e ritratti spaziando dalla storia all'attualità. Lo piangiamo con grande dolore e lo consideriamo uno degli ultimi epigoni di quella grande cultura letteraria e giornalistica del Novecento italiano. "Il Medio Evo dal 1000 al 1250", Gervaso e Montanelli vinceranno il Premio Bancarella. "Vita, morte e miracoli del conte di Cagliostro", Rizzoli, 2002).

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE