È morto il chitarrista Bob Kulick, "quinto" membro dei Kiss

Ausiliatrice Cristiano
Mag 31, 2020

Il chitarrista statunitense Bob Kulick, conosciuto soprattutto per aver collaborato con i Kiss, considerato il "quinto" membro della band newyorchese, lavorando soprattutto in studio, è morto all'età di 70 anni.

Musica in lutto morto Bob Kulick

Il mondo della musica piange oggi la scomparsa di un grande protagonista, quel Bob Kulick che ha contribuito a creare alcuni dei più grandi successi dei Kiss. Era il fratello maggiore di Bruce Kulick, a sua volta chitarrista solista dei Kiss dal 1984 al 1996, ed è stato proprio lui a dare la triste notizia della sua dipartita ieri sera con un commovente post che si è unito a quello della pagina facebook del gruppo dei Kiss. "So che ora è in pace, accanto ai nostri genitori, e me lo vedo lassù che suona la sua chitarra più forte che mai". Per onorare la richiesta di Bruce, stiamo pubblicando il suo messaggio: "Ho il cuore spezzato di dover condividere la notizia della scomparsa di mio fratello Bob Kulick". Doveroso dunque che nessuno si permetta di disturbare il loro lutto: "Vi chiedo di rispettare il dolore della famiglia Kulick in questo momento di tristezza". Bob suonò poi la chitarra per il disco omonimo "Michael Bolton" (1983) del musicista Michael Bolton e per Lou Reed in "Coney Island Baby" (1976). La prima band in cui suonò si chiamava Hookfoot, nel 1973 fece un provino per entrare come chitarrista solista nei Kiss, ma fu scartato. Sebbene l'adizione non andò per il meglio, Kulick fu tenuto come 'riserva' in caso Frehley fosse stato impossibilitato a lavorare. Con i Kiss Bob ha suonato in alcune tracce degli album "Alive II" (1978), "Killers" (1982) e "Creatures of the Night" (1982). Bob Kulick negli anni Ottanta formò il gruppo Balance con Peppy Castro e Doug Katsaros.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE