Sainz: "Sono cresciuto guardando i video di Ayrton Senna e Gilles Villeneuve"

Rufina Vignone
Mag 30, 2020

Daniel Ricciardo, nella prima intervista concessa dopo la sua firma con la McLaren, ha confermato alla CNN le trattative con la Ferrari, avvenute in più fasi della sua carriera fino ai colloqui dello scorso inverno. Il mio obiettivo è vincere un Mondiale, poi semmai potrei pensare a Le Mans o Dakar: ma ora, vi assicuro, la mia testa è concentrata su un solo traguardo.

L'accordo con la McLaren, ufficializzato due settimane fa, ha definito il futuro di Ricciardo nel 2021 e 2022, aprendo un nuovo capitolo della sua carriera senza rimpianti. Il pilota australiano è stato accostato negli ultimi anni diverse volte alla Ferrari come possibile sostituto di Sebastian Vettel, ma la squadra di Maranello ha deciso di puntare sullo spagnolo Carlos Sainz. "E mi rendo conto che è speciale perché in pochi hanno il privilegio di poterle guidare". Non avevo motivi per scappare dalla Renault, ho valutato la situazione a lungo.

"È probabilmente l'unico pilota che non è attivo sui social media, ma questo non gli ha impedito di essere una delle persone di maggior successo di sempre nel nostro sport, riuscendo a mantenere una privacy quasi totale". Le discussioni con il team di Woking sono nate nel 2018, quindi sono continuate nel tempo. Cose non da poco e lo sa bene suo figlio, che nel corso di un video su Youtube, ha ammesso di essersi ispirato a lui. "Tanti, insomma, ma quello che ho sempre ammirato di più è mio padre".

Chissà che il suo non si riveli un ruolo "a tempo", visto che proprio in Spagna si scrive di un progetto 'Schumi jr.' di cui è protagonista Mick, il figlio del sette volte campione del mondo. Immagino che nessuna decisione sia priva di ripensamenti, non c'è stato nessun momento nel quale ho pensato "Sì, è quello che devo fare".

"Mi vedo ancora come un pilota molto forte nei prossimi anni, sto invecchiando ma sento ancora molto 'fuoco' dentro di me, credo di poter dare molto". Sono onesto: mi mancano i riflettori e il caos della Formula 1 e ovviamente la competizione. "Spero di tornare in pista molto presto".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE