Leclerc ospite da Alessandro Cattelan a EPCC

Rufina Vignone
Mag 29, 2020

Ospite da Alessandro Cattelan a 'EPCC', Charles Leclerc ha raccontato un aneddoto davvero curioso capitatogli al termine del Gran Premio d'Australia 2018, la sua prima gara in Formula 1.

Un'iniziativa che vuole lanciare un chiaro segnale, un cortometraggio che lascerà il segno, perché ancora una volta la storia insegna, ancora una volta, una bellissima realtà tutta italiana, torna alla ribalta, non solo per la qualità dei suoi "prodotti" ma per quello spirito di iniziativa che speriamo sia di buon auspicio per il Paese e perché no, per una stagione in Formula 1, che vedrà la Scuderia Ferrari tra le protagoniste.

Sul rapporto con la madre: "Con gli anni si è adattata e ha capito che la cosa che volevo fare".

"Difficile prevederlo. La ripresa sarà difficile. Mi sto allenando molto per essere pronto al Mondiale". "Usiamo simulatori, a casa ne ho diversi". La sera dopo aver vinto a Monza andai a una festa in taxi e il tassista mi iniziò a parlare del GP chiedendomi se ci fossi andato.

Il primo ha coinciso con il suo debutto nella categoria regina, mentre il secondo è arrivato dopo la sua significativa vittoria a Monza nel settembre dello scorso anno. "Però abbiamo la conoscenza di sistemi performanti che ci aiutano a performare meglio." ha aggiunto. "E spero di poter correre a Montecarlo molto presto, è una sensazione speciale, difficile da spiegare, erano le strade che percorrevo da bambino in pullman per andare a scuola, ora ci passo con la Ferrari. molto emozionante". Mio padre era un suo grandissimo fan e mi ha raccontato tanti aneddoti e poi ho guardato film, letto libri. Sono cose nuove per me ma non è assolutamente una distrazione dalla mia occupazione principale, la guida. "Le ho fatto comunque provare il simulatore: è stata per 5 ore consecutive incollata, sta migliorando tanto sul virtuale".

Nella seconda parte della puntata, Leclerc e Cattelan si sono alternati al simulatore in studio per qualche giro sul tracciato di Monaco.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE